clindamycin solution for sale philippines how much does a 100mg viagra cost street price of promethazine with codeine can you order viagra online legally can you buy clomid on the internet
 

Storia

Gli anni recenti

Nel 2008 al Palazzo delle Esposizioni di Roma si svolge la 15a Quadriennale d’Arte. L’impianto critico della mostra è affidato a Chiara Bertola, Lorenzo Canova, Bruno Corà, Daniela Lancioni, Claudio Spadoni.Se la precedente edizione estendeva lo sguardo fino ai maestri degli anni Sessanta-Settanta ancora in attività, questa volta l’attenzione è circoscritta alle generazioni di artisti che hanno iniziato ad affermarsi in Italia a partire dagli anni Novanta. In apertura della mostra, che espone 99 artisti, un omaggio a Luciano Fabro, a un anno dalla scomparsa. Il secondo mandato di Gino Agnese è prorogato dal 2009 al 2011. Ilaria Della Torre è nominata direttore generale. Si intensificano le attività a Villa Carpegna, tra le quali il ciclo espositivo Artista CHIAMA artista con tre appuntamenti dedicati alle nuove generazioni di artisti. Con il centenario del Futurismo, si inizia a lavorare a un’edizione aggiornata e ampliata degli “Archivi del Futurismo” (De Luca Editori d’Arte). Nel gennaio 2012 il giornalista Jas Gawronski è chiamato alla presidenza della Quadriennale. Il monitoraggio delle arti visive in Italia dopo il Duemila produce la pubblicazione “Terrazza. Artisti, storie, luoghi, negli anni Zero” (Marsilio editore). L’approfondimento sul Novecento ha per esito il ciclo di incontri e mostre a Villa Carpegna “Arte in Italia negli anni ’70. Le parole e le immagini” a cura di Daniela Lancioni. Nell’aprile 2015 è nominato Presidente della Fondazione il manager Franco Bernabè. Sotto la sua presidenza, torna, dopo otto anni di assenza, la Quadriennale d’Arte, la cui 16a edizione si svolge al Palazzo delle Esposizioni da ottobre 2016 a gennaio 2017, con il titolo “Altri tempi, altri miti”, a firma di undici curatori delle nuove generazioni. La preparazione della 17a edizione nel 2020 è affidata a un Direttore artistico, Sarah Cosulich, che a partire dal 2018 disegna un percorso incentrato su un progetto di scouting, formazione e networking di giovani artisti e curatori (Q-Rated) e su un progetto di sostegno all’arte italiana all’estero (Q-International).