Questa pagina consente una ricerca libera sugli archivi già inventariati, con il supporto di liste che, se necessario, possono facilitare l’interrogazione della banca dati. Gli archivi on line comprendono sia i fondi istituzionali, che si riferiscono alla storia e all’attività della Quadriennale, sia fondi personali acquisiti per donazione relativi ad artisti, galleristi, storici e critici d’arte. La struttura degli archivi è visualizzabile nella sezione "esplora fondi".


sei in: Fondo Lorenza Trucchi/Articoli/Momento Sera/"Cinque vie dell'astrattismo all'Editalia; Folon all'Oca e allo Studio S; Jess all'Odyssa; Altre mostre"/
soggetto produttore
livello gerarchico
  • Documento
titolo
  • "Cinque vie dell'astrattismo all'Editalia; Folon all'Oca e allo Studio S; Jess all'Odyssa; Altre mostre"
data inizio
  • 1975/12/17
contenuto
  • Articolo pubblicato su "Momento Sera", 17 dicembre 1975. "Curata da Marisa Volpi, la collettiva dell'Editalia raduna uno scelto nucleo di dipinti di Dorazio, Nigro, Sadun, Tancredi, Twombly; 'Nove quadri e una scultura' è la mostra allestita alla Tartaruga che riunisce opere di Scarpitta, Rotella, Twombly, Festa, Kounellis, Angeli, Schifano, Ceroli, Castellani, Pascali; In questi giorni Folon torna a Roma con due esposizioni congiunte e complementari, all'Oca dove presenta acquarelli, acquaforti e acquatinte, e allo Studio S, con un folto gruppo di serigrafie; Jess si presenta per la prima volta in Italia alla Odyssa con un gruppo di olii su tela, datati dal '63 al '75; Jiri Dvoracek, scultore cecoslovacco, ha allestito la sua prima personale alla Flegias; La Artivisive ci presenta un altro rilevante esponente della Poesia visiva: Eugenio Miccini, già componente del Gruppo 63 e fondatore del Gruppo 70; Alla Biblioteca germanica Walter Giers espone i suoi oggetti elettronici; Il torinese Massimo Ghiotti, che si presenta alla Numero, non ha paura delle strade maestre, il suo tema preferito è la figura umana".
tipologia documentaria
  • Rassegna stampa