Questa pagina consente una ricerca libera sugli archivi già inventariati, con il supporto di liste che, se necessario, possono facilitare l’interrogazione della banca dati. Gli archivi on line comprendono sia i fondi istituzionali, che si riferiscono alla storia e all’attività della Quadriennale, sia fondi personali acquisiti per donazione relativi ad artisti, galleristi, storici e critici d’arte. La struttura degli archivi è visualizzabile nella sezione "esplora fondi".


sei in: Fondo Lorenza Trucchi/Articoli/Momento Sera/"Le mostre d'arte a Roma. Cintoli ai Due Mondi; Grafica Cobra alla Rive Gauche; Fabro, Paolini, Kounellis a Qui Arte Contemporanea; Gulino all'Astrolabio; Pepediaz al Bilico; Vanna Nicolotti e undici grafici jugoslavi all'AM13"/
soggetto produttore
livello gerarchico
  • Documento
titolo
  • "Le mostre d'arte a Roma. Cintoli ai Due Mondi; Grafica Cobra alla Rive Gauche; Fabro, Paolini, Kounellis a Qui Arte Contemporanea; Gulino all'Astrolabio; Pepediaz al Bilico; Vanna Nicolotti e undici grafici jugoslavi all'AM13"
data inizio
  • 1968/05/10
contenuto
  • Articolo pubblicato su "Momento Sera", 10 maggio 1968. "Nei suoi ultimi, grandi quadri esposti ai Due Mondi, Cintoli esercita sempre la sua non comune perizia grafica, rapportando di continuo l'attualità alla tradizione; Fedele alla linea dell'espressionismo astratto e della pittura di gesto e di materia, la Galerie Rive Gauche presenta una selezionata rassegna dedicata alla grafica del Cobra che comprende numerose incisioni di Alechinsky, Appel, Corneille e Jorn; Marisa Volpi presenta con il rigore critico che le è proprio, un'altra delle sue stimolanti mostre-proposte allestite nella sede di Qui Arte Contemporanea, si tratta di una collettiva limitata a tre soli artisti: Fabro, Paolini, Kounellis. Tendenzialmente diversi i tre artisti hanno in comune una notevole libertà fantastica che si lega ad una concezione allegorica dell'oggetto; Antologica di Nunzio Gulino all'Astrolabio che raccoglie 184 incisioni dal 1939 al 1967; Questa personale al Bilico presentata da Marco Valsecchi, ci permette di constatare la coerenza della ricerca di Diaz, ricerca astratta che è andata evolvendosi fino a questi singolari dipinti-rilievi; Introdotta da una polemica presentazione di Mario Radice, Vanna Nicolotti ha raccolto i suoi plastici nella nuova, luminosa sede dello Studio Margutta 13".