In questa sezione si accede alle informazioni sulle Quadriennali d'arte, dalla prima del 1931 alla quindicesima del 2008. La scheda di ciascuna mostra rinvia anche agli artisti partecipanti e ai materiali documentari conservati nel nostro Archivio Biblioteca. Il primo campo consente una ricerca libera. In alternativa si può selezionare una mostra dall'elenco.


titolo
  • VIII Quadriennale Nazionale d'Arte di Roma
sede
  • Roma, Palazzo delle Esposizioni
data
  • 28 dicembre 1959 - 30 aprile 1960
 
organi e commissioni
  • Presidente: Antonio Baldini

    Segretario generale: Fortunato Bellonzi

    Consiglio di amministrazione: presidente, segretario generale, Massimo Aureli, Gino Bacchetti, Piero Antonio Gariazzo, Michele Guerrisi, Emilio Lavagnino, Manlio Lupinacci, Demetrio Menegatti.

    Direttore amministrativo: Natale Sanino

    Commissione per gli inviti: segretario generale, Bruno Cassinari, Arnoldo Ciarocchi, Oscar Gallo, Virgilio Guidi, Umberto Mastroianni, Franco Miele, Giuseppe Pirrone, Domenico Spinosa. Ai lavori della Commissione non parteciparono Bruno Cassinari “per impegni precedenti” e Umberto Mastroianni “per convalescenza”.

    Commissione eletta dagli artisti non invitati: Felice Casorati, Pericle Fazzini, Renato Guttuso, Francesco Messina, Domenico Purificato.

    Commissione per l’ordinamento delle mostre storiche e retrospettive: Pietro Campilli Presidente, Gino Bacchetti, Antonio Baldini, Fortunato Bellonzi, Giorgio Castelfranco, Virgilio Guidi, Emilio Lavagnino.

    Commissari e ordinatori delle mostre storiche e retrospettive: Giorgio Castelfranco, Emilio Lavagnino per la "Mostra della giovane pittura romana dal 1930 al 1945"; Ennio Francia per la mostra di Giacomo Balla, Giuseppe Marchiori per la mostra di Osvaldo Licini; Giorgio Castelfranco, Vittorio Orazi per la mostra di Enrico Prampolini; Fortunato Bellonzi, Renzo Romero per la mostra di Luigi Spazzapan; Leonardo Borgese per la mostra di Raffaele De Grada; Giovanni Carandente per la mostra di Giuseppe Cominetti; Giovanni Fallani per la mostra di Giovanni Prini; Ivanoe Fossani per la mostra di Luigi Surdi; Enzo Carli per le mostre di Italo Griselli e di Dario Neri.

    Commissione per il collocamento delle opere: Fortunato Bellonzi, Corrado Cagli, Agenore Fabbri, Domenico Purificato.

    Commissione per l’assegnazione dei premi: Valerio Mariani Presidente, Fortunato Bellonzi, Giuseppe Capogrossi, Pericle Fazzini, Renato Guttuso, Francesco Menzio, Luciano Minguzzi, Carlo Pietrangeli.
descrizione
  • Il confronto tra figurativi e non figurativi si infuoca nella VIII Quadriennale, che si apre il 27 dicembre 1959 con il numero record di 1200 partecipanti. Due mesi prima dell’inaugurazione era stata annunciata una vera e propria ‘secessione’ da un gruppo di pittori dissidenti, per la maggior parte astrattisti, in segno di protesta contro l’eccessivo numero degli artisti invitati e, soprattutto, contro l’atteggiamento ostile di Bellonzi nei confronti dell’arte astratta. I secessionisti vengono attaccati da intellettuali e critici vicino al PCI, con l’accusa di voler mantenere una posizione di privilegio nel mercato dell’arte. Alla fine, quando la Quadriennale apre, gli artisti più significativi sono assenti. Decidono di non partecipare Vedova, Santomaso, Fontana, Reggiani, Consagra, Dorazio, Afro, Corpora, Scialoja, Turcato, Leoncillo, Franchina. Tra i pochi astrattisti Dova, Strazza, Bruno Conte, Mirko. Nella Galleria centrale è allestita la mostra "Sguardo alla giovane scuola romana dal 1930 al 1945", proseguimento delle mostre storiche presentate nelle due precedenti edizioni. Quattro retrospettive sono dedicate ad artisti recentemente scomparsi: Giacomo Balla, Osvaldo Licini, Enrico Prampolini, Luigi Spazzapan. I maggiori riconoscimenti vanno a Ennio Morlotti e a Corrado Levi. A Luigi Broggini e a Gianni Dova viene assegnato il Premio Parigi.
catalogo
  • VIII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, De Luca Editore, Roma, 1959, pp. 383.
documenti collegati
artisti partecipanti