La ricerca permette di accedere alle informazioni sulle mostre promosse dall’Istituzione oltre alle Quadriennali d’arte. Si tratta di un centinaio di esposizioni che si sono svolte in Italia e all’estero a partire dagli anni Cinquanta. La scheda di ciascuna mostra rinvia anche agli artisti partecipanti e ai materiali documentari conservati nel nostro Archivio Biblioteca. Il primo campo consente una ricerca libera. In alternativa si può selezionare una mostra dall’elenco.

titolo
  • Peintures italiennes d'aujourd'hui
sede
  • Beirut
data
  • 10-20 dicembre 1963
 
descrizione
  • La mostra, articolata in un percorso espositivo a più tappe, viene organizzata dalla Quadriennale su incarico dei ministeri degli Affari esteri e della Pubblica istruzione. Intende offrire un'idea della vitalità e della pluralità di orientamenti dell'arte italiana contemporanea.
catalogo
  • Peintures italiennes d'aujourd'hui. Damas, 1964, Istituto grafico tiberino di Stefano De Luca, Roma, 1964, Catalogo della mostra di pittura italiana contemporanea tenutasi presso il Musée national di Damasco nel gennaio 1964. (1)
  • Peintures italiennes d'aujourd'hui. Ankara - 1964, Istituto grafico tiberino di Stefano De Luca, Roma, 1964, Catalogo della mostra di pittura italiana contemporanea apertasi il 26 marzo 1964 presso il Musée archéologique di Ankara. (2)
  • Peintures italiennes d'aujourd'hui. Téhéran, 1964, Istituto grafico tiberino di Stefano De Luca, 1964, Catalogo della mostra di pittura italiana contemporanea inaugurata nei locali dell'Istituto italiano di cultura di Teheran il 22 febbraio 1964. (3)
  • Miryam Manzella, Mario Quattro Ciocchi (a cura di) , Peintures italiennes d'aujourd'hui. Tunis - 1964, Istituto grafico tiberino di Stefano De Luca, Roma, 1964, Catalogo della mostra di pittura italiana contemporanea tenutasi a Tunisi, presso la Maison de la culture, dal 19 al 31 maggio 1964. (4)
note
  • La mostra, come da programma, verrà trasferita nel gennaio '64 a Damasco presso il Musée national, poi a Teheran, dove sarà inaugurata il 22 febbraio nei locali dell'Istituto italiano di cultura, quindi presso il Musée archeologique di Ankara, dove aprirà il 26 marzo. Tappa ulteriore e ultima sarà Tunisi, città in cui verrà allestita, presso la Maison de la culture, dal 19 al 31 maggio 1964.