La ricerca permette di accedere alle informazioni sulle mostre promosse dall’Istituzione oltre alle Quadriennali d’arte. Si tratta di un centinaio di esposizioni che si sono svolte in Italia e all’estero a partire dagli anni Cinquanta. La scheda di ciascuna mostra rinvia anche agli artisti partecipanti e ai materiali documentari conservati nel nostro Archivio Biblioteca. Il primo campo consente una ricerca libera. In alternativa si può selezionare una mostra dall’elenco.

titolo
  • L'arte nella vita del Mezzogiorno d'Italia. Mostra di arti figurative e di arti applicate dell'Italia meridionale
sede
  • Roma, Palazzo delle Esposizioni
data
  • 7 marzo-31 maggio 1953
 
organi e commissioni
  • Comitato esecutivo:
    Pietro Campilli (presidente), Antonio Baldini (vice presidente), Emilio Lavagnino (segretario generale).

    Commissione esecutiva per le rassegne retrospettive:
    Gino Doria (segretario), Maria Accascina, Pietro Angelini, Carlo Barbieri, Palma Bucarelli, Giuseppe Cocchiara, Raffaele Corso, Antonio Daneu, Nicola D'Atri, Felice De Filippis, Ennio Francia, Alfonso Frangipane, Bruno Molajoli, Alfredo Petrucci, Adriano Prandi, Alfredo Schettini, Carlo Siviero, Paolo Toschi, Nicola Valle.

    Commissione esecutiva per le rassegne contemporanee:
    Fortunato Bellonzi (segretario), Vincenzo Ciardo, Ferruccio Ferrazzi, Valerio Mariani, Giovanni De Caro, Nicola Valle, Manlio Giarrizzo, Pippo Rizzo, Pietro Angelini, Rocco Gullo, Giovanni Brancaccio, Benedetto De Lisi, Alessandro Monteleone, Giovanni Consolazione, Marino Mazzacurati, Saro Mirabella, Gina Assirelli, Cafiero Luperini, Giovanni Schifani.

    Giuria di accettazione:
    pittori: Pippo Rizzo (presidente) Giovanni Brancaccio, Giovanni Consolazione, Stanislao Dessy.
    scultori: Marino Mazzacurati, Alessandro Monteleone.
    Emilio Greco, Pippo Rizzo, Luigi Surdi.
descrizione
  • La mostra, pensata quale "rassegna dei valori artistici del Mezzogiorno d'Italia" allo scopo di valorizzarne le energie artistiche e promuoverne i talenti, comprende due sezioni: arti figurative (pittura, scultura e bianconero) e arti applicate (artigianato artistico nelle sue più diverse declinazioni, dalle oreficerie ai metalli, ai cammei alle ceramiche, ai tessuti e ricami). Per ciascuna delle due sezioni la parte dedicata alla produzione contemporanea è affiancata da rassegne antologiche: da una parte le retrospettive di artisti quali Vincenzo Gemito, Antonio Mancini e Umberto Boccioni; dall'altra mostre regionali come quelle della pittura popolare siciliana e di arte decorativa sarda o esposizioni di oggetti antichi come le porcellane del Museo di Capodimonte e della Reggia di Napoli. Vengono assegnati premi agli artisti e agli artigiani viventi partecipanti all'esposizione e previsti acquisti.
catalogo
  • a cura della Segreteria della mostra con la collaborazione di P. Angelini, G.C. Argan, C. Barbieri, M. Calvesi, N. Ciarletta, G. Mazzullo, A. Neppi, G.J. Recupero, G. Ronci, G. Titta Rosa, P. Toschi, A. Vallone, L'arte nella vita del Mezzogiorno d'Italia. Mostra di arti figurative e di arti applicate dell'Italia meridionale, De Luca Editore, Roma, 1953, Catalogo della mostra tenuta a Roma, presso il Palazzo delle Esposizioni, dal 7 marzo al 31 maggio 1953
    (1)
note
  • La mostra, chiusa al pubblico il 31 maggio, resta aperta per la vendita delle opere fino ai primi di luglio.
documenti collegati
artisti partecipanti