La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all’Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell’Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nome
  • Lara
cognome
  • Favaretto
 
luogo di nascita
  • TREVISO
data di nascita
  • 1973
biografia
  • Coriandoli, cemento, bombole d’azoto, spazzole d’autolavaggio, fili di lana: sono alcuni dei materiali utilizzati da Favaretto nel suo lavoro. Mai fedele a un unico mezzo espressivo, l’artista si muove tra vari linguaggi – soprattutto installazione e scultura ma anche disegno, video, performance e riferimenti alla pittura – utilizzando un approccio profondamente empirico, che accetta l’improvvisazione, l’inaspettato, l’errore. Il risultato sono opere nelle quali spesso non c’è una forma predefinita, ma dove questa è messa in discussione da processi distruttivi (umani o meccanici) attivati dall’artista, che partono da una riflessione sulla natura effimera delle cose e sui concetti di tempo, perdita, entropia, traccia, memoria, trasformazione. Pervasi da un sentimento tragico, che si fa strada anche dove riferimenti e materiali appaiono più leggeri, i lavori di Favaretto mettono in discussione il feticcio dell’opera d’arte, la sua valenza estetica e la sua stessa essenza, attraverso il riconoscimento del la futilità degli sforzi che la generano e la loro possibilità di fallimento. L’artista ha esposto in numerosi musei e istituzioni, come Tramway, Glasgow (2009), Frieze Projects, London (2007), Castello di Rivoli, Torino (2005), MoMA PS1, New York (2012 ), MAXXI, Roma (2015), e in grandi rassegne internazionali come, la Biennale di Sydney (2008), la Biennale di Sharjah (2009), la Biennale di Venezia (2009), dOCUMENTA (13) a Kassel (2012), Carnegie International a Pittsburgh (2013), Manifesta a San Pietroburgo (2014).