La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all’Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell’Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nome
  • Andrea
cognome
  • Spadini
 
luogo di nascita
  • ROMA
data di nascita
  • 1912/07/02
luogo di morte
  • ROMA
data di morte
  • 1983/09/04
biografia
  • Figlio del pittore Armando Spadini compie la sua prima formazione accanto al padre. Frequenta dal 1925 l’istituto d’arte di Firenze sotto la guida di Libero Andreotti, studia quindi con Arturo Martini all’istituto d’arte di Monza. Nel 1929 è a Roma dove frequenta i corsi della Scuola libera del nudo e la Scuola d’arte della medaglia con Giuseppe Romagnoli. Espone alla II Quadriennale di Roma partecipando poi regolarmente alla rassegna fino al 1965. Nel 1940 riceve la commissione per il gruppo scultoreo del "Battesimo di Cristo" per la chiesa dei Santi Pietro e Paolo all’EUR. Durante la guerra entra a far parte dei gruppi di azione patriottica. Alla fine del conflitto inizia a dedicarsi alla ceramica, collaborando con Fabrizio Clerici. Dal 1952 inizia un rapporto di collaborazione con la Galleria dell’Obelisco, dove tiene la sua prima personale. Tramite Gaspero Del Corso e Irene Brin entra in contatto con collezionisti e committenti americani. Nel 1956 espone a New York alla Galleria Sagittarius. Produce per Tiffany oggetti e suppellettili in ceramica. Per il suo lavoro impiega materiali diversi come la pietra e il bronzo con cui realizza fontane e statue per giardini e residenze private; esegue, nel 1965, gli animali in bronzo per l’orologio di Central Park a New York. A partire dagli anni Cinquanta fino agli anni Settanta insegna al liceo artistico di via Ripetta e alla Scuola libera del nudo di Roma.