Questa pagina consente una ricerca libera sugli archivi già inventariati, con il supporto di liste che, se necessario, possono facilitare l’interrogazione della banca dati. Gli archivi on line comprendono sia i fondi istituzionali, che si riferiscono alla storia e all’attività della Quadriennale, sia fondi personali acquisiti per donazione relativi ad artisti, galleristi, storici e critici d’arte. La struttura degli archivi è visualizzabile nella sezione "esplora fondi".


sei in: Fondo Antonello Trombadori/Attività culturale e storico-artistica/Arte e cultura russa/"Biennale del dissenso 1977 e varie del dissenso e l'arte nell'Urss"/
soggetto produttore
livello gerarchico
  • Unità archivistica
segnatura
  • FAT.VI/3 b.2 u.8
titolo
  • "Biennale del dissenso 1977 e varie del dissenso e l'arte nell'Urss"
data inizio
  • 1976
data fine
  • 1981
contenuto
  • Raccolta di ritagli stampa e testi inerenti la polemica nata intorno al varo della cosiddetta “Biennale del dissenso”, inaugurata a Venezia il 15 nov. 1977 e il concetto di “dissenso” nell’arte dei paesi dell’Europa orientale. Nel fascicolo sono presenti, in dettaglio, i seguenti materiali documentari: 1. Silvia Giacomoni, “Per noi russi il poeta è un profeta...”, «La Repubblica», 13 ott. 1976, ritaglio stampa; 2. Valerio Riva e Pasquale Chessa, “Fermi tutti: c’è il dissenso di Breznev”, in «L’Espresso», 13 mar. 1977, ritaglio stampa; 3. Renato Guttuso, “Biennale e dissenso: i problemi, i pretesti”, «l’Unità», 17 mar. 1977, ritaglio stampa; 4. Anselmo Calaciura, senza titolo, «Il Giornale di Sicilia», 18 set. 1977, ritaglio stampa; 5. Daniela Pasti, “Il dissenso approda sulla Laguna” e Enrico Crispolti, "Che valore ha la nuova arte sovietica", «La Repubblica», 4 nov. 1977, ritaglio stampa; 6-7. numero completo di “Russia oggi, Bollettino dell’Ambasciata dell’Urss” dal titolo “I dissidenti nell’Urss: fatti e invenzioni”, 18 nov. 1977; 8. Costanzo Costantini, “Cantando sotto il terrore”, «Il Messaggero», 19 dic. 1977; ritaglio stampa; 9. dattiloscritto della agenzia di stampa russa “Novosti”, “I calunniatori non si perdonano” (28 dic. 1977, data apposta a penna); 10. Italo Calvino, “Sono stato stalinista anch’io”, [«La Repubblica», 16-17 dic. 1979], ritaglio stampa; 11. Vittorio Strada, “In nome dei classici abbasso l’Avanguardia”, [«Corriere della Sera»], 9 lug. 1981, ritaglio stampa; 12-14a. dattiloscritti di A. T. (s.d.); 15. Cesare G. De Michelis, “Gli intellettuali e il montanaro”, [«La Repubblica» ?], (s.d.), ritaglio stampa; 16-17. minuta di lettera di A. T. a destinatario sconosciuto (s.d.); 18. dattiloscritto incompleto (s.d.).
consistenza
  • 1 fascicolo contenente 9 ritagli stampa, 2 riviste, 7 dattiloscritti
schede collegate