Questa pagina consente una ricerca libera sugli archivi già inventariati, con il supporto di liste che, se necessario, possono facilitare l'interrogazione della banca dati. Gli archivi on line comprendono sia i fondi istituzionali, che si riferiscono alla storia e all'attività della Quadriennale, sia fondi personali acquisiti per donazione relativi ad artisti, galleristi, storici e critici d'arte. La struttura degli archivi è visualizzabile nella sezione "esplora fondi".


sei in: Fondo Lorenza Trucchi/Articoli/Momento Sera/"Kemeny a Parigi; Lauvray, un nome nuovo; Una monografia su Prampolini; Donazioni ai musei francesi; Yrizarry al Girasole; Carena alla Trinità; Tacchi al Ferro di Cavallo"/
soggetto produttore
livello gerarchico
  • Documento
titolo
  • "Kemeny a Parigi; Lauvray, un nome nuovo; Una monografia su Prampolini; Donazioni ai musei francesi; Yrizarry al Girasole; Carena alla Trinità; Tacchi al Ferro di Cavallo"
data inizio
  • 1966/11/12
contenuto
  • Articolo pubblicato su "Momento Sera", 12 novembre 1966. "A poco più di un anno dalla morte si è aperta al Museo d'arte moderna di Parigi una vasta retrospettiva di Zoltan Kemeny, il grande scultore svizzero di origine ungherese al quale era stato assegnato il gran premio di scultura alla Biennale del '64; A Parigi e a New York si sta preparando il lancio di un nuovo artista, Abel Lauvray. Ma non si tratta di un giovane bensì di un vecchio pittore nato nel 1870 e morto quasi sconosciuto nel 1950; Filiberto Menna sta ultimando un'ampia monografia su Enrico Prampolini per l'editore De Luca; 110 sculture e 25 disegni di Henri Laurens sono state donate al Museo d'arte moderna di Parigi e Marc Chagall ha donato alla Francia 12 dipinti, 50 tempere, numerosi acquarelli, disegni ed altre opere che hanno per tema la Bibbia, realizzati dal 1931 ad oggi; L'opera grafica del giovane pittore portoricano Marcos Yrizarry apre la promettente stagione del Girasole; Cesare Tacchi presenta al Ferro di Cavallo le sue ultime opere con pezzi di stoffa per tappezzerie alternati con estese zone di colore; Marina Valeri Garretto ha raccolto nella sua galleria della Trinità uno scelto gruppo di disegni di Felice Carena, si tratta degli ultimi fogli lasciati dal pittore alla figlia Marzia".
tipologia documentaria
  • Rassegna stampa